Una CASA che accorcia le distanze

03/11/2020

Dopo mesi di lavoro, a settembre siamo riusciti ad ultimare la costruzione dell’Ostello. Oggi è perfettamente funzionante e opera a pieno regime, seppur nel rispetto dei contingentamenti imposti dalla pandemia.

Con la realizzazione di questa struttura abbiamo completato il progetto Kila Siku e disegnato una strategia complessiva orientata all’inclusione sociale della persona con disabilità nei sistemi fondamentali della salute e della riabilitazione, dell’istruzione, del lavoro, della partecipazione sociale attraverso la cultura e lo sport.

L’Ostello si rivolge a un target sociale di 2.500 bambini con disabilità, residenti nel territorio della Regione di Dar es Salaam. La disponibilità dell’Ostello consente infatti l’accoglienza residenziale di pazienti e famiglie che abitano a distanza considerevole per periodi brevi (mediamente da una a due settimane) per consentire le prime visite, l’avvio dei piani riabilitativi e la formazione iniziale dei familiari per le attività di riabilitazione. Grazie a questo progetto offriamo ospitalità nel corso di un anno a circa 100 bambini con le mamme provenienti dalla regione di Dar Es Salaam.

Un altro obiettivo ora raggiungibile con la realizzazione dell’Ostello è quello di implementare l’aggiornamento e la formazione del personale locale favorendo la presenza di 15/20 professionisti italiani disponibili ogni anno a un periodo di volontariato che, allo stesso tempo, potranno fornire gratuitamente servizi di supporto di elevata qualità al Centro.

Fai conoscere a tutti le nostre storie!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest