top_banner_home_page.jpg DONA_ORA_2.jpg
 
top-banner-home-page.jpg DONA_ORA_2.jpg
right-banner-dona

Arte Mãe

artemae article

Arte Mãe (Arte e Madre) é un gruppo di donne/madri che vive nel quartiere di Jardim Primavera del Municipio di Duque de Caxias, Baixada Fluminense, nello stato di Rio de Janeiro. Il gruppo si incontra ogni giorno in una piccola bottega che si occupa di lavori di sartoria e artigianato. Arte Mãe nasce all’interno di un grande progetto, il Projeto Luar, nato dall’idea di Rita Serpa una ballerina e coreografa brasiliana di origini italiane, di realizzare una scuola di danza classica nella Baixada Fluminense e in seguito evolutosi come progetto di animazione socio-culturale per bambini, adolescenti e adulti.
Obiettivo di Arte Mãe e del Projeto Luar è contribuire alla scarsa offerta culturale del quartiere utilizzando l’arte come strumento aggregante per la comunità e le famiglie. Non è un caso che il primo laboratorio di Arte Mãe si sia svolto all’interno della “Escola Municipal Regina Celi da Cerdeira”, unica scuola per ragazzi disabili, con il fine di intrattenere attraverso lavori artigianali le mamme che, per il costo elevato del autobus, preferivano aspettare i propri figli anziché ritornare a casa.             
Così, nel tempo, Arte Mãe è divenuto uno spazio di scambio tra donne che attraverso il proprio lavoro acquistano maggiore autostima e a volte una propria indipendenza economica; uno spazio in cui condividere sogni, paure e storie di vita.
Attualmente Arte Mãe conta sul lavoro di due sarte, Penha e Zezè; due artigiane, Sueli e Cida, e sul supporto di 2 volontari italiani che svolgono ogni anno servizio civile all’estero grazie alla partnership tra l’associazione italiana Cesc Project e l’ONG brasiliana Sociedade Cultural Projeto Luar de Dança.   

Le attività principali svolte dal gruppo sono due:
- sartoria, che consiste nella produzione dei body e delle gonne per i bambini e gli adolescenti che iniziano a praticare la danza, e la vendita di tutto ciò di cui necessitano per danzare quindi: scarpette per ballerina/o, collant etc… );
- artigianato, in cui maggiormente vengono coinvolti i volontari che collaborano alla produzione di prodotti artigianali e bigiotteria varia: collane, braccialetti, orecchini. La maggior parte dei prodotti viene realizzata con materiale di riciclo e di riuso, per esempio i ritagli di stoffe.
I volontari, durante questi lunghi anni hanno aiutato a diffondere la conoscenza di questi prodotti anche al di fuori del quartiere di Jardim Primavera, attraverso fiere e mercati, accrescendo così l’esperienza culturale e la rete di conoscenza.
A tutt’oggi Arte Mãe partecipa alle fiere di Duque de Caxias e di Rua de Lavradio, nel centro della città di Rio de Janeiro, e a eventi culturali come il Varieté Cultural.

Attraverso le parole di donne che fanno parte di questa storia...

“E’ un gruppo di madri, che generalmente stanno in casa e che non possono lavorare fuori, ma quando portano le figlie al progetto di danza, si riuniscono ed è un motivo di inclusione ed accrescimento, perché ognuna impara dall’altra…una porta un articolo di artigianato e lo mostra e noi impariamo ed insieme lo ricreiamo.” (Sueli)
“Arte Mãe per me è un gruppo che è cresciuto piano piano e sta diventando una cosa forte...io lo sento come una cosa forte, una cosa grande....noi siamo adirittura delle artiste. La mia speranza e la speranza di tutte le madri qui è che il nostro artigianato sia bello, vada sempre sviluppandosi. In questo modo non è solo una cosa finanziaria, non è solo denaro....il denaro è una cosa che viene in secondo piano....la cosa più importante è la realizzazione.....io mi realizzo quando vedo un articolo pronto. Nel gruppo sempre entrano persone ed escono persone...ma Arte Mãe continua!” (Leila)
“Per me Arte Mãe ha cambiato molte cose, sopratutto rispetto all’amicizia. Tutte le volte che vengo, esco di quì felice, perchè è molto bello riunirsi. Mi piace. Arte Mãe mi aiutò ad imparare molte cose che non sapevo ed anche a rispettare l’altro, le loro opinioni. L’unione è molto importante, dobbiamo essere unite.” (Marta)
“Inoltre dentro al gruppo puoi incontrare una persona che è disponibile se hai bisogno di conversare di qualche cosa, una persona che condivide le emozioni con te, di cui fidarti. Oltre a questo, la mia autostima migliorò molto. Io credo che questo gruppo ci ha aiutato a crescere...a rinnovare ogni volta questo sogno.” (Andreia)
“Io mi sento bene, sono felice con voi qui a fare il nostro lavoro. Ho imparato molte cose che non sapevo, troppe.” (Dolores)
“All’inizio ero molto nervosa, perché non sapevo....ma poi le ragazze mi hanno aiutato ed ora mi sento bene, felice.” (Francimar)


Sostegno a distanza

sostieni-bambino-disabile-banner

Bomboniere Solidali

bomboniere-solidali-banner