top_banner_home_page.jpg DONA_ORA_2.jpg
 
top-banner-home-page.jpg DONA_ORA_2.jpg
right-banner-dona

Argentina: Ludoteche Comunitarie

Il programma “Ludoteche Comunitarie Resilienti”

Il programma “Ludoteche Comunitarie Resilienti”, gestito dall’Asociaciòn Civil TIEMPO DE JUGAR, nasce nel 2008 al termine di una indagine approfondita sulla realtà sociale della comunità di Maximo Paz, da cui emerge il bisogno di creare spazi di arte e di gioco per promuovere i diritti dei bambini, delle bambine e degli adolescenti in forma integrale e, in particolare, IL DIRITTO AL GIOCO COME DIRITTO UNIVERSALE, in un contesto sociale fortemente marginalizzato.
Contesto. Nella località di Maximo Paz, Municipio di Ca?uelas – Provincia di Buenos Aires, ci sono oltre 20.000 abitanti. La maggior parte sono famiglie numerose, con bambini minori di 12 anni, spesso a carico della madre sola. Le problematiche familiari e sociali (violenza domestica, tossicodipendenza, assenza della figura paterna, abbandono scolastico, carenze strutturali e igienico-sanitarie della abitazioni...) rendono la popolazione minorile particolarmente vulnerabile. La lunga lista d’attesa per la scuola materna (teoricamente obbligatoria a partire dai 5 anni) dimostra che le istituzioni educative formali non riescono a soddisfare le necessità della popolazione. La comunità è quasi priva di spazi ricreativi e culturali, e i pochi esistenti sono dislocati nella parte centrale della località e quindi di difficile accesso per tutti i bambini più bisognosi che vivono nelle baracche dei terreni circostanti, e devono attraversare quotidianamente la pericolosa strada statale 205, i binari della ferrovia e i campi, con immaginabili rischi per la loro incolumità.
  • Obiettivo Generale
Sviluppare la capacità di affrontare e superare le condizioni sfavorevoli della vita (resilienza) nei bambini e nelle bambine che vivono in condizioni di povertà e/o vulnerabilità psicosociale, utilizzando come strumento il gioco e l’arte.
  • Obiettivi Specifici
  1. Creare e attivare ludoteche diurne nei quartieri di Maximo Paz.
  2. Creare e attivare reti sociali nella comunità.
  3. Sviluppare l’autostima, la creatività e le abilità sociali, considerati come fattori resilienti in bambini/e delle diverse comunità, attraverso laboratori artistici e ludici.
  4. Mantenere e rinforzare la partecipazione delle madri della comunità nella co-gestione del progetto.
Si tratta di un progetto realmente comunitario, particolarmente focalizzato nella formazione, nel rispetto della cultura e delle abitudini di ogni barrio. Le famiglie della comunità e i loro figli sono attori protagonisti del progetto; si coinvolgono inoltre collaboratori, giovani volontari, professionisti, tirocinanti e docenti. Tutti apportano! Si creano reti sociali tra le istituzioni della comunità e altre organizzazioni, argentine e internazionali, coinvolte nell’educazione e nella promozione dei diritti dell’infanzia. Diversi professionisti (psicologi, assistenti sociali, docenti,...) si mettono volontariamente al servizio del progetto, proponendo strumenti e tecniche di intervento, e promuovendo la rete con altre istituzioni.
Il Programma si propone di realizzare, nei prossimi anni, ludoteche gestite da mamme della comunità in ogni quartiere di Maximo Paz:  LA TORRE, MAXIMO PAZ OESTE, SANTA MONICA, MAXIMO PAZ CENTRO.
SVILUPPARE LA RESILIENZA ATTRAVERSO LE LUDOTECHE COMUNITARIE

 
 La resilienza è un costrutto psicologico inteso come “la capacità di affrontare situazioni difficili, superarle e uscirne favoriti”.
La situazione di stress e sofferenza in cui crescono i bambini in contesti di povertà ed emarginazione può avere importanti ripercussioni sulla salute fisica e mentale, cosi come problemi di comportamento e difficoltà di apprendimento. Rispetto ai coetanei di altri gruppi sociali, essi sono più esposti a situazioni dolorose, tanto interne come esterne, costituendo una popolazione estremamente vulnerabile. Il concetto di resilienza allude alle differenze individuali che dimostrano le persone di fronte alle situazioni di rischio, enfatizzando dunque non le carenze ma i punti di forza, le risorse e gli aspetti positivi presenti negli esseri umani.
Non esiste la resilienza individuale senza un lavoro sulla “resilienza comunitaria e familiare”.
Per questo motivo, il programma Ludoteche Comunitarie Resilienti prevede la partecipazione reale delle mamme della comunità, le quali partecipano ad ogni fase del progetto: dall’analisi del contesto, all’elaborazione, attuazione, coordinamento e valutazione delle azioni.
Promuovendo il DIRITTO AL GIOCO e il COINVOLGIMENTO ATTIVO DELLA COMUNITA’, il programma mira ad aiutare tutti i partecipanti (mamme ludotecarie, equipe tecnica, bambini, famiglie) a sviluppare i 3 principali fattori di resilienza: Autostima, Creatività, Abilità sociali.
Dal 2008, quando vennero effettuati i primi studi di analisi di contesto, il progetto ha progressivamente preso forma coinvolgendo un gruppo sempre più ampio di collaboratori e volontari che supportano il lavoro di Tiempo de Jugar.
Pur non contando ancora con una sede “fisica” per le attività, il gioco è entrato progressivamente nelle case, nelle piazze e nelle istituzioni di Maximo Paz (asili e scuole, centri di integrazione sociale,…) attraverso proposte specifiche a cui hanno preso parte anche i diversi volontari italiani del servizio civile.
Nel 2012, attraverso i progetti “Ludoteca Viajera” (finanziato con il contributo della Petrobras) e “Ludoteca Familiar” (realizzato dai volontari in servizio civile del CESC Project) circa 30 persone, tra mamme e adolescenti, hanno seguito un percorso di formazione teorico-pratico sui diritti dei bambini e le tecniche di animazione e gioco, imparando a organizzare e gestire in modo autonomo le giornate ricreative speciali e i pomeriggi di gioco nelle case più isolate delle famiglie di Maximo Paz.
IL PROGETTO “LIDERES RECREATIVOS”
Per il 2013/2014, grazie al contributo dell’associazione TUTTI I GIORNI Onlus di Ascoli Piceno, abbiamo deciso di sostenere un intervento specifico mirato a coinvolgere gli adolescenti in attività formative e operative che puntino sulle loro potenzialità e risorse per costruire percorsi alternativi alla vita di strada e limitare il fenomeno dell’abbandono scolastico. Il progetto “Lideres Recreativos” nasce con l’obiettivo di rafforzare, strutturare e dare continuità all’impegno spontaneo e volontario di questi giovani, offrendo loro la possibilità di un’esperienza formativa teorico-pratica e di un accompagnamento psicologico e pedagogico nella delicata fase di vita che si trovano ad affrontare.
Destinatari:
diretti: 30 giovani, tra i 15 e i 24 anni, della comunità di Maximo Paz
indiretti: circa 400 bambini, partecipanti alle attività e agli eventi organizzati dai ragazzi del progetto nelle scuole e nelle diverse località del territorio
Obiettivo:
-        Rafforzare il percorso formativo ed esperienziale di 30 giovani, “Lider Ricreativi”, della comunità di Maximo Paz, per migliorare le loro competenze nel campo dell’animazione con bambini e del lavoro comunitario.
-        Dare continuità al percorso di formazione teorico-pratica del progetto “Ludoteca Viajera”, attraverso l’erogazione di una beca di 8 mesi per ciascuno dei 30 giovani coinvolti
-        Erogazione di 30 borse per la partecipazione dei giovani becarios nell’organizzazione e gestione degli eventi ricreativi mensili dell’ONG Tiempo de Jugar nelle scuole e negli spazi comunitari di Maximo Paz.
-        Sostenere con un intervento specifico i giovani borsisti nel loro percorso scolastico affinché il loro coinvolgimento nelle attività comunitarie sia un ulteriore incentivo per portare a termine gli studi      
Attivita’
-        Realizzazione di un percorso di formazione esperienziale in cui i giovani possano sperimentarsi attivamente nella programmazione e gestione delle attività ludico-ricreative con i bambini durante gli eventi mensili organizzati da Tiempo de Jugar
-        Attivazione di uno spazio di accompagnamento psicologico con riunioni di gruppo bisettimanali, finalizzato a sostenere l’esperienza di gruppo e individuale dei 30 giovani
-        Attivazione di uno spazio di rinforzo allo studio (2,5 ore settimanali) rivolto ai giovani borsisti che ancora frequentano gli studi o che li hanno interrotti ed hanno intenzione di riprenderli e completarli
Risultati attesi
Queste azioni permetteranno di:
·       incrementare la presenza e continuità di partecipazione dei bambini più piccoli che frequentano le attività di Tiempo de Jugar e che sono direttamente legati agli adolescenti becarios (fratelli, cugini, vicini di casa…)
·       favorire la costruzione di modelli positivi di adolescenti resilienti al servizio della propria comunità.

Sostegno a distanza

sostieni-bambino-disabile-banner

Bomboniere Solidali

bomboniere-solidali-banner