top_banner_home_page.jpg DONA_ORA_2.jpg
 
top-banner-home-page.jpg DONA_ORA_2.jpg
right-banner-dona

STATUTO dell’ ASSOCIAZIONE COMUNITA’ SOLIDALI NEL MONDO ONLUS

Art. 1 – Denominazione e sede.

E’ costituita una Associazione denominata COMUNITA’ SOLIDALI NEL MONDO ONLUS, con sede a Roma, in via Cariati, 12.


Art. 2 – Finalità.

L’Associazione COMUNITA’ SOLIDALI NEL MONDO ONLUS è un associazione senza fini di lucro che persegue le seguenti finalità :

  • promuovere lo sviluppo integrale della persona con particolare attenzione agli emarginati e ai poveri di tutti i continenti ;
  • Promuovere l’autosviluppo delle popolazioni dei paesi in via di sviluppo   per migliorarne le condizioni di vita a tutti i livelli: sociale economico, culturale, lavorativo, sanitario, educativo, nel rispetto della cultura, dei valori e dello spirito creativo di ciascuno ;
  • Promuovere una cultura basata sulla solidarietà, sulla giustizia sociale, sulla pace, sulla mondialità, sulla cooperazione tra i popoli, nel rispetto delle radici culturali e religiose;
  • Promuovere la sensibilità e la conoscenza verso l’urgenza per la soluzione del divario tra i paesi ricchi dell’emisfero Nord e i paesi poveri dell’emisfero Sud, promovendo anche una più equa distribuzione delle risorse a livello mondiale.

Art. 3. Attività.

  • Per conseguire le finalità espresse l’Associazione intende avviare tutte le attività necessarie ed in particolare:
  • L’Associazione propone, gestisce e realizza programmi di cooperazione tecnica e culturale, anche di volontariato o di emergenza, per l’autosviluppo delle popolazioni del Terzo Mondo a partire dai loro bisogni essenziali. In particolare l’Associazione opera principalmente con organizzazioni non governative del Sud del mondo e con gruppi di base locali. Saranno privilegiati i programmi che rispondono ai bisogni essenziali degli emarginati, in particolare i minori, i giovani, gli anziani, i disabili, i malati di aids ecc. soprattutto nei settori sanitario, educativo, di formazione al lavoro ecc. (anche attività produttive, case, scuole, ospedali, centri culturali, cooperative e ogni altra iniziativa similare);
  • L’Associazione propone, gestisce e realizza iniziative di educazione allo sviluppo ed alla mondialità, di informazione e sensibilizzazione in Italia, in Europa e nei Paesi in via di sviluppo sulle realtà e i problemi del Terzo Mondo per diffondere e incrementare una cultura popolare della pace, della solidarietà internazionale, dell’ambiente, dell’accoglienza agli “ultimi della terra” ai gruppi e alle persone marginali, favorendo scambi culturali, e privilegiando come interlocutori i protagonisti diretti dei paesi in via di sviluppo;
  • L’Associazione propone gestisce e realizza attività per la selezione, la formazione e l’impiego di volontari nei progetti di cooperazione con lo scopo di cogestire e verificare i programmi nei paesi in via di sviluppo;
  • L’Associazione propone gestisce e realizza programmi di formazione, accoglienza, sostegno per i cittadini del terzo Mondo e per gli immigrati, sia per un reinserimento qualificato nei paesi di provenienza, sia per una eventuale presenza in Itali, attraverso borse di studio, e altre forme di interscambio.

L’Associazione COMUNITA’ SOLIDALI NEL MONDO ONLUS non può svolgere attività diverse da quelle sopra indicate ad eccezione di quelle ad esse direttamente connesse o di quelle accessorie per natura a quelle statutarie, in quanto integrative delle stesse.

L’associazione può emettere “titoli di solidarietà”.

Art. 3 – Soci.

Sono soci persone fisiche, enti pubblici e privati, organismi nazionali ed internazionali, associazioni in genere che ne facciano richiesta e siano ammessi a norma del presente Statuto.

L’adesione all’associazione è a tempo indeterminato e non può essere disposta per un periodo temporaneo.

L’adesione all’associazione comporta, per l’associato di maggiore età, il diritto di voto nell’assemblea per l’approvazione e le modificazioni dello statuto e dei regolamenti per la nomina degli organi direttivi dell’associazione.


Art.4 – Modalità di adesione.

Si può divenire socio avanzando domanda scritta di adesione, dichiarando di conoscere lo statuto, di approvare gli scopi dell’associazione, di impegnasi a contribuire alla loro realizzazione.

La domanda degli enti pubblici e privata e delle associazioni deve essere corredata dall’atto istituzionale che formalizza la volontà dell’aspirante socio.


Art. 5 – Diritti e obblighi dei soci.

Tutti i soci, sono tenuti a versare una quota annuale stabilita dall’assemblea dei soci.

La qualità di socio volontario è incompatibile con qualsiasi forma di rapporto di lavoro con l’associazione.

Ogni socio è libero di recedere dall’Associazione COMUNITA’ SOLIDALI NEL MONDO ONLUS in qualunque momento indirizzando le proprie dimissioni scritte al comitato esecutivo.

Decadono automaticamente i soci che non abbiano provveduto a versare la quota sociale per due anni consecutivi.

I soci che pongano in essere attività che contrastano con le finalità statutarie dell’Associazione COMUNITA’ SOLIDALI NEL MONDO ONLUS vengono dichiarati decaduti con deliberazione del comitato esecutivo, previa contestazione dell’addebito al socio interessato, e non prima del termine di trenta giorni durante i quali il socio può avanzare proprie controdeduzioni scritte.

Il provvedimento di esclusione può essere impugnato davanti al collegio dei revisori entro sessanta giorni dal ricevimento della comunicazione.


Art.6 – Organi dell’associazione.

Sono organi dell’Associazione COMUNITA’ SOLIDALI NEL MONDO ONLUS:

  • l’assemblea dei soci;
  • il comitato esecutivo;
  • il presidente;
  • il vicepresidente;
  • il collegio dei revisori.
L’Associazione COMUNITA’ SOLIDALI NEL MONDO ONLUS garantisce, attraverso la previsione dell’elettività delle cariche associative, la piena democraticità delle strutture.


Art. 7 – L’assemblea dei soci.

L’assemblea dei soci è composta da tutti i soci e determina l’indirizzo politico dell’Associazione COMUNITA’ SOLIDALI NEL MONDO ONLUS.

Viene convocata dal presidente su delega del comitato esecutivo oppure dietro richiesta scritta di almeno un decimo dei soci ordinari, con l’indicazione delle questioni da porre all’ordine del giorno: in tale caso il presidente è tenuto a convocare l’assemblea entro quarantacinque giorni dalla richiesta.

L’assemblea ordinaria si riunisce almeno due volte all’anno, normalmente entro il mese di aprile per l’approvazione del bilancio consuntivo e nel mese di dicembre per l’approvazione del bilancio preventivo.

L’avviso di convocazione dell’assemblea contenente il luogo, l’ora e l’ordine del giorno è comunicato dal presidente ai soci almeno sette giorni prima della data fissata per la riunione.


Art. 8 – Compiti dell’assemblea dei soci.

E’ compito dell’assemblea ordinaria:

  • approvare il programma annuale delle attività dell’associazione
  • approvare il bilancio consuntivo entro il 30 aprile
  • approvare il bilancio preventivo entro il 31 dicembre
  • eleggere il presidente
  • eleggere il comitato esecutivo
  • rinnovare le altre cariche elettive
  • attribuire la qualifica di socio ordinario
  • approvare le modifiche statutarie
  • deliberare su ogni altra questione riservata dallo Statuto o dalla legge alla competenza dell’assemblea.

Art. 9 – Deliberazioni dell’assemblea dei soci.

L’assemblea è legalmente costituita quando partecipano, al momento dell’apertura, la maggioranza dei soci .

Le deliberazioni sono assunte a maggioranza semplice dei presenti.

Le modifiche statutarie, eccetto il cambiamento della sede, sono approvate con la maggioranza dei due terzi dei presenti.

Ciascun socio può delegare a partecipare in sua vece un solo socio.

Ciascun socio può assommare un massimo di tre deleghe.


Art. 10 – Il comitato esecutivo.

Il comitato esecutivo è costituito da un numero di membri non inferiore a due e non superiore a dieci, più il presidente.

Il comitato esecutivo è convocato almeno quattro volte all’anno o ogni qualvolta ne faccia richiesta scritta metà dei membri: in tale caso il presidente è tenuto a convocare il comitato esecutivo entro sette giorni dalla richiesta.

L’avviso di convocazione del comitato esecutivo contenente il luogo, l’ora e l’ordine del giorno è comunicato dal presidente ai soci almeno cinque giorni prima della data fissata per la riunione.


Art. 11 – Compiti e deliberazione del comitato esecutivo.

  • L’amministrazione sia ordinaria sia straordinaria dell’associazione spetta, con i più ampi poteri, al comitato esecutivo.
  • Il comitato esecutivo attua il programma e le delibere dell’assemblea, designando nel suo ambito i responsabili dei vari settori e nomina il tesoriere.
  • Il comitato esecutivo presenta all’assemblea dei soci entro il 1° dicembre il bilancio preventivo, ed entro il 1° aprile il bilancio consuntivo.
  • Il comitato esecutivo è legalmente costituito se partecipa la metà più uno dei membri.
  • Le deliberazioni sono assunte a maggioranza semplice dei presenti, in caso di parità prevale il voto del presidente.
  • L’assenza ingiustificata di un membro a tre riunioni consecutive comporta la decadenza dalla carica.

Art. 12 – Il presidente.

Il presidente ha la legale rappresentanza dell’Associazione.

Il presidente viene eletto fra i soci dall’assemblea dei soci, e dura in carica tre anni.


Art. 13 – Il vicepresidente.

Il vicepresidente sostituisce il presidente in caso di assenza o di impedimento e può rappresentare l’Associazione COMUNITA’ SOLIDALI NEL MONDO ONLUS verso terzi su delega del presidente stesso.

Il vicepresidente viene eletto dal comitato esecutivo tra i suoi membri e dura in carica tre anni.


Art. 14 – Il collegio dei revisori.

Il collegio dei revisori è costituito da tre membri, eletti dall’assemblea dei soci anche tra i non soci, con il compito di vigilare sulla corretta amministrazione dell’Associazione COMUNITA’ SOLIDALI NEL MONDO ONLUS, in particolare sul corretto svolgimento delle attività istituzionali e sulla legittimità degli atti.

Il collegio ha inoltre il compito di decidere su eventuali controversie sorte in caso di mancata iscrizione di un aspirante socio, di decadenza dalla qualità di socio o dalle cariche. Il collegio al suo interno, nomina un presidente; questi ha il diritto di accedere in ogni momento alla documentazione dell’Associazione COMUNITA’ SOLIDALI NEL MONDO ONLUS, in particolare ai documenti contabili.

Ciascun socio può richiedere il parere del collegio dei revisori su atti e fatti riguardanti l’ Associazione COMUNITA’ SOLIDALI NEL MONDO ONLUS .

Il collegio si riunisce almeno due volte l’anno per esprimere il suo parere sul rendiconto economico consultivo e sul bilancio preventivo.

I revisori dei soci possono essere messi a conoscenza delle convocazioni dell’assemblea dei soci e del comitato esecutivo cui possono partecipare.


Art. 15 – Divieto di remunerazione delle cariche.

I soci eletti a ricoprire delle cariche sociali non possono in nessun modo essere remunerati per la loro attività, salvo un eventuale rimborso per le spese sostenute nell’esercizio delle attività associative.


Art. 16 – Quote.

La misura della quota annuale eventualmente diversa per categorie di soci o per altri criteri espressi dall’assemblea è stabilita su proposta del presidente nella stessa assemblea, che approva il bilancio preventivo.


Art. 17 – Risorse economiche.

L’Associazione COMUNITA’ SOLIDALI NEL MONDO ONLUS trae le risorse economiche per il suo funzionamento da:

  • quote sociali;
  • contributi straordinari di soci o di altri privati;
  • contributi dello Stato, delle Regioni e degli enti locali, di enti pubblici e privati;
  • contributi finalizzati alla realizzazione di specifici progetti;
  • donazioni e lasciti testamentari;
  • attività commerciali, poste in essere dagli associati, di natura occasionale, non concorrenziale sul mercato, marginali e direttamente connesse alle attività istituzionali dell’associazione, i cui proventi vengono impiegati esclusivamente per le medesime attività sociali;
  • raccolte di fondi;
  • entrate derivanti da prestazioni fornite in regime di convenzione con enti pubblici e privati.

L’Associazione COMUNITA’ SOLIDALI NEL MONDO ONLUS può possedere beni mobili e immobili e beni mobili registrati, purché vincolati ad uso istituzionale, che devono essere dettagliatamente elencati in allegato al rendiconto economico consuntivo.


Art.18 – Avanzi di gestione.

All’Associazione COMUNITA’ SOLIDALI NEL MONDO ONLUS è vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione comunque denominati, nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’associazione stessa, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge o siano effettuate a favore di altre organizzazioni non lucrative di utilità sociali (Onlus) che per legge, statuto o regolamento facciano parte della medesima e unitaria struttura.

L’associazione ha l’obbligo di impiegare gli utili o gli avanzi di gestione per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse.


Art. 19 – Scioglimento.

In caso di scioglimento, per qualunque causa, l’Associazione COMUNITA’ SOLIDALI NEL MONDO ONLUS ha l’obbligo di devolvere il suo patrimonio ad altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale (Onlus) o a fini di pubblica utilità, sentito l’organo di controllo di cui all’art. 3, comma 190, della legge 23 dicembre 1996 n. 662, salva diversa destinazione imposta dalla legge.


Art. 20 – Disposizione finale.

Per tutto quello che non è stabilito nel presente statuto si rinvia al Codice civile ed alle altre norme in materia.

Sostegno a distanza

sostieni-bambino-disabile-banner

Bomboniere Solidali

bomboniere-solidali-banner