top_banner_home_page.jpg DONA_ORA_2.jpg
 
top-banner-home-page.jpg DONA_ORA_2.jpg
right-banner-dona

Gianni Tarquini

gianni africaMi chiamo Gianni Tarquini e sono nato a Frosinone nel 1965, negli anni del boom economico e delle idee che volevano cambiare il mondo. Mi sono laureato in Scienze Politiche a La Sapienza di Roma e specializzato in Economia dello Sviluppo a Pisa e in cooperazione internazionale. Sono stato obiettore di coscienza in servizio presso la Comunità di Capodarco, a Grottaferrata, dal 1989 al 1991. Qui ho condiviso la vita comunitaria condisabili adulti e tante volontarie e volontari occupandomi anche di agricoltura sociale. La mia esperienza comunitaria è continuata fino al 1995 nel gruppo famiglia con Luca Dionisi e Lela Monadoschi.

Nel 1998 la Comunità Internazionale di Capodarco mi chiese di partire l’Ecuador per coordinare le tante progettualità attivate in quel paese. Insieme a Nadia e Irene Zoe, nostra figlia, appena arrivata, abbiamo vissuto per 4 anni in quel paese tanto bello quanto pieno di contraddizioni e ingiustizie. Al mio ritorno ho lavorato come Segretario nazionale del CNCA, fino al 2008; come cooperante in Uruguay per 2 anni; nei progetti internazionali (Ecuador e Africa) con don Franco Monterubbianesi; con alcune cooperative nelle aree della riconversione ecologica, il riciclo, l’agricoltura sociale. Sono tra i fondatori di “Asud” e di “Terre Madri”, di cui sono Portavoce, e che realizza progetti di cooperazione con diversi paesi latinoamericani, il Senegal, la Palestina. Dal 2009 al 2015 ho condotto la trasmissione radiofonica “Bucanero. Tracce e passaggi dal continente latinoamericano” di Radio Popolare Roma; ho dato il mio contributo nello scrivere alcuni libri, tra i quali la biografia di Pepe Mujica, edizione Nova Delphi.

Conosco Comunità Solidali nel Mondo dalla sua nascita e ho condiviso con i suoi fondatori alcune delle mie esperienze internazionali, con i disabili e con i giovani; dal 2015 ho incrociato nuovamente la loro strada e ho iniziato la mia collaborazione, partendo proprio dalle realtà e dai progetti che ci avevano visti, insieme, impegnare una parte della nostra vita. Ho dato il mio contributo per ampliarne l’area di intervento attraverso nuovi progetti di servizio civile e di cooperazione decentrata, in particolare per lo sviluppo di attività per l’autosostegno, l’agricoltura sociale, l’economia solidale. Insieme ai fondatori, alle giovani generazioni coinvolte e agli ex volontari contiamo di far crescere i nuovi progetti, consolidare quelli avviati e svilupparne altri, sempre mettendo al centro il riscatto degli ultimi, la giustizia sociale, la difesa dei diritti dei più deboli, la solidarietà internazionale.



Sostegno a distanza

sostieni-bambino-disabile-banner

Bomboniere Solidali

bomboniere-solidali-banner